Le grotte

Il paesaggio montuoso è ricco di grotte. Alcune risalgono addirittura a 15.000 anni fa (paleolitico superiore). Tante sono quelle site sul Monte Reitano: 5 aperture circolari nella roccia, di circa 70 cm di diametro, perfettamente levigate ai bordi, con anche dei fori laterali dove, forse, venivano incastrate le coperture.

 

Inoltre, sul Monte Mirabella (circa 800 s.l.m.) si trova una altra importante grotta con delle pitture rupestri. La cavità è costituita da un unico ambiente della lunghezza di circa 25 metri, con un'altezza variabile: circa sette metri all'ingresso e nel primo tratto; poco più di due metri nella parte terminale. Risalente, presumibilmente, al periodo neolitico, presenta figure di animali e figure di donna. A sinistra, sono effigiate due figure di animali; quindi, a destra, è una figura di donna con la testa a cuneo. Sotto, sulla destra, appena visibile, ancora una figura femminile seduta. Accanto, un'altra figura femminile che ha le mani alzate e, più vicino, ancora, a destra ma un po' più in basso, una donna priva del braccio destro. Sulla sinistra è una figura cava; sulla destra infine, una figura molto stilizzata a forma di arco.